Il nuovo Accordo Quadro ANCI-CONAI: opportunità e contenuti

Il nuovo Accordo Quadro ANCI-CONAI
Opportunità e contenuti

Le opportunità
Il 14 dicembre 2004 è stato sottoscritto il nuovo Accordo Quadro ANCI (associazione Nazionale Comuni d’Italia) e CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi). L’Accordo offre l’opportunità ai Comuni di una maggiore qualificazione del proprio territorio, attraverso una gestione efficace ed efficiente del servizio di raccolta differenziata, e riconosce ancora una volta il ruolo determinante del sistema delle imprese, rappresentate da CONAI, a garanzia dell’avvio a recupero e riciclo dei materiali di imballaggio, così da poter raggiungere gli obiettivi indicati dalla nuova Direttiva Europea sui rifiuti di imballaggio al 2008.

Con la collaborazione del sistema CONAI-Consorzi, in 5 anni (1999-2003) la raccolta differenziata urbana è aumentata in Italia del 115% e le convenzioni fra i Consorzi di filiera ed i Comuni coprono ormai il 75% della popolazione nazionale, con punte del 95% per alcuni materiali.

La firma del nuovo Accordo ha creato le condizioni per il miglioramento qualitativo e quantitativo della raccolta differenziata urbana dei rifiuti di imballaggio su tutto il territorio nazionale, anche al fine di conseguire l’obiettivo del 35% di raccolta differenziata, previsto dal Decreto Legislativo 22/97.

Le novità introdotte dal nuovo accordo

Rispetto al precedente accordo, sono presenti alcune importanti novità, che rendono possibile una collaborazione tra Conai e i Comuni più ricca ed articolata:

• L’incremento dei corrispettivi che CONAI / Consorzi di filiera riconosceranno ai Comuni per il conferimento dei materiali provenienti da raccolta differenziata. L’aumento dei corrispettivi rispetto all’Accordo precedente, scaduto nel 2003, sarà tanto più significativo quanto migliore risulterà la qualità dei materiali raccolti e ciò nel condiviso obiettivo di incentivare i modelli più efficienti ed efficaci di raccolta differenziata e di migliorare la qualità dei materiali raccolti.

• Un nuovo slancio alla realizzazione di campagne di comunicazione, informazione ed educazione per accrescere la sensibilizzazione ed orientare i comportamenti dei cittadini verso la prevenzione della produzione dei rifiuti, la raccolta differenziata e il recupero degli imballaggi. Nell’Accordo si prevede che il sistema CONAI/Consorzi di Filiera destini, per le campagne di comunicazione locali, il 35% del proprio budget complessivo di comunicazione.

• La promozione di Accordi volontari con le Pubbliche Amministrazioni, soggetti gestori e operatori economici al fine di incentivare la prevenzione quantitativa e la produzione di imballaggi eco-compatibili.

• Nuove condizioni per la raccolta differenziata e avvio a riciclo delle frazioni merceologiche similari. I Comuni possono, dove risulti funzionale ed economica la raccolta differenziata promiscua di rifiuti di imballaggio ed altre frazioni merceologiche similari, conferire anche al sistema CONAI/Consorzi di Filiera le frazioni similari, per le quali sarà comunque riconosciuto un valore economico positivo.

• L’impegno, assunto dal CONAI, di ritirare ed avviare a riciclo tutti i materiali provenienti dalla raccolta differenziata che verranno consegnati al Consorzio anche al di là degli obiettivi minimi stabiliti dalla nuova Direttiva Europea.

• L’incentivazione dello sviluppo della raccolta differenziata nelle aree “disagiate”. Particolari condizioni economico-gestionali sono previste con l’obiettivo di favorire lo sviluppo della raccolta differenziata e l’avvio a recupero dei rifiuti di imballaggio nelle aree del Paese particolarmente svantaggiate (vaste zone con piccole comunità, soprattutto montane, isole minori, ecc.).

• La condivisione della necessità di dare una regolamentazione uniforme a livello nazionale all’assimilazione delle superfici private salvaguardando la libertà di scelta degli operatori e premiando i comportamenti virtuosi.
• La promozione della produzione di manufatti con materiali riciclati e la diffusione, soprattutto nella Pubblica Amministrazione, degli acquisti verdi.

CONAI e i Consorzi di filiera si faranno promotori dei contenuti del nuovo accordo attraverso un piano di comunicazione e formazione a livello locale, con interventi che toccheranno Regioni, Province e Comuni, rivolti ai responsabili dell’ambiente e ai gestori dei servizi di raccolta differenziata pubblici e privati.

Per ulteriori informazioni
Cohn & Wolfe – Valeria Vitali, Silvia Minoggio
Tel. 02 202391
valeria_vitali@cohnwolfe.com; silvia_minoggio@cohnwolfe.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...