TelePa: è on line il nuovo portale-tv della Pubblica Amministrazione

E’ stata lanciata all’inizio di novembre la nuova versione on line del portale di TelePA, www.telepa.it , la TV della PA, nata nel 2002 per iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica e realizzata, per conto del Formez, dalla società partecipata Euform.it.

Oltre ad una nuova veste grafica cambia il concetto alla base del prodotto, sempre più televisivo: i contenuti sono organizzati secondo una rinnovata struttura logica che consente di recuperare in modo veloce argomenti correlati a quello che si sta consultando.

Nuova anche l’ organizzazione degli archivi suddivisi per tipo di contenuto e per canale, in modo che a seconda del tipo di ricerca effettuata il risultato sia più efficace con le esigenze dell’utente.

Con il nuovo sito è possibile visualizzare i singoli servizi che compongono il telegiornale quotidiano. Un nuovo sistema di newsletter punta a consolidare la community già esistente, informando gli utenti registrati sul palinsesto quotidiano e sui contenuti relativi agli interessi segnalati in fase di iscrizione.

Il Tg di TelePA propone quotidianamente notizie e aggiornamenti sul mondo della PA centrale e locale, servizi di approfondimento, inchieste e analisi sui temi istituzionali di maggiore attualità.

I principali argomenti sono quelli dell’innovazione tecnologica, dei servizi al cittadino e alle imprese, dell’organizzazione amministrativa e della formazione.

Il passo successivo, a breve termine, sarà quello di sperimentare per il Tg di TelePA una maggiore interattività per rendere sempre più forte il legame con il nostro pubblico di riferimento”, annuncia Giacomo Troja , il Presidente di Euform.it, società specializzata in progetti di formazione e comunicazione digitale.

Soddisfatto Emanuele Laurenzi, direttore responsabile di TelePA: “TelePA è un’iniziativa relativamente recente, ma che in soli tre anni è riuscita ad accreditarsi come strumento di informazione efficace e competente, sia per il mondo degli specialisti della PA, sia per i comuni cittadini che interagiscono quotidianamente con l’amministrazione pubblica. Oggi, con il restyling del nostro sito, intendiamo proseguire e migliorare nell’idea editoriale che è stata il nostro piccolo successo: informazione di servizio innanzitutto, linguaggio sburocratizzato, ma puntuale, approfondimento delle notizie ed inchiesta sui temi più vicini alla vita dei cittadini”.

Il lavoro di riprogettazione e di sviluppo del concept grafico del sito è stato eseguito dalla società Hub.

Per contatti:
Andrea Bagnolini, Resp. Immagine e Comunicazione di Telepa
Tel 06 8550 8631 – 335 6795 283 Fax 06 8550 8621
mailto: andrea.bagnolini@euform.it
www.telepa.it

Accordo COBAT – Provincia di Rieti per il recupero delle batterie esauste

ACCORDO DI PROGRAMMA COBAT – PROVINCIA DI RIETI
PER LA RACCOLTA ED IL RICICLO DELLE BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE

7 dicembre 2005 ore 10.30
Palazzo della Provincia di Rieti Sala Consigliare
Via Salaria, 3 – 02100 Rieti

La raccolta delle batterie al piombo esauste rappresenta un caso di eccellenza italiana in campo ambientale.
Nel 2004, con oltre 16 milioni di batterie esauste recuperate, il Cobat, Consorzio istituito dal Parlamento Italiano per occuparsi del recupero di batterie al piombo esauste e rifiuti piombosi, ha raccolto e avviato al riciclo circa 200.000 tonnellate di accumulatori esausti, ed è giunto ad un tasso di raccolta sulle batterie d’avviamento prossimo alla totalità sull’immesso al consumo.

Le batterie al piombo a fine vita utile, vengono così completamente riciclate e le loro componenti, piombo, plastica e acido solforico, rese disponibili per un nuovo impiego.

Per l’Italia questo contributo alla salvaguardia ambientale si traduce anche in un vantaggio per la bilancia dei pagamenti: ogni anno quasi 80 milioni di euro vengono risparmiati sull’importazione di piombo.

In questo settore, il nostro Paese ha quindi conseguito un modello quasi perfetto di sviluppo sostenibile, ma per raggiungere l’obiettivo del 100% della raccolta anche in ambito urbano, il Cobat da anni persegue la strada degli Accordi con le Province, infatti, nel gennaio 2004 ha sottoscritto L’accordo di Programma Nazionale con l’UPI – Unione delle Province d’Italia – per promuovere un’attività di informazione e coordinamento dei Comuni che favorisca la corretta raccolta delle batterie esauste.

Con questa intesa la Provincia di Rieti si distingue come una delle prime Province d’Italia più sensibili e attive.

Programma:

  • Fabio Melilli Presidente della Provincia di Rieti
  • Giancarlo Morandi Presidente Cobat, Consorzio Obbligatorio Batterie Esauste
  • Giacomo Marchioni Assessore all’Ambiente e alla Tutela del Territorio della Provincia di Rieti
  • Moderatore Fabrizio Miluzzo Capo Segreteria Presidenza della Provincia di Rieti

La presentazione si concluderà con un rinfresco.

Pregasi voler confermare la propria partecipazione.

Riferimenti:

Ufficio Stampa Cobat:
Hill & Knowlton Gaia, Andrea Pietrarota – Alessia Calvanese 06.441640327/8 335.5640825
email pietrarotaa@hkgaia.com

Ufficio stampa Provincia di Rieti
Ottorino Pasquetti 0746.286238 335.7025176 ufficio.stampa@provincia.rieti.it

Il mito del corpo perfetto

Mercoledì 16 novembre 2005 è stata inaugurata, a Roma, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, la seconda edizione del Master “Donna, cultura e società”, organizzato dall’Istituto di Studi Superiori sulla Donna.

L’incontro è stato aperto dal saluto introduttivo della direttrice del Master, Cristina Zucconi Galli Fonseca, Presidente dell’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, per riscoprire l’attualità dei valori femminili nel mondo di oggi.

Nella prima giornata sono intervenute Vincenza Mele, Ricercatrice dell’Istituto di Bioetica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sul tema “La cura di sé: valutazioni etiche”, e Carolina Carriero, Docente Invitata presso la Pontificia Università Lateranense, che ha parlato dell’identità femminile dal punto di vista antropologico.

“La nostra cultura – ha spiegato Vincenza Mele – è permeata da miti che sostanziano il culto del corpo: il mito di una perfetta forma fisica, attraverso le immagini medianiche di corpi patinati e di uomini e donne ‘eternamente’ giovani e prestanti, e il mito dell’onnipotenza della medicina, secondo il quale ogni desiderio di benessere estetico-sociale deve essere accolto e realizzato.
La cura maniacale del corpo nasconde un vuoto di significato: il corpo si ritiene sostanzialmente ‘indegno’ di considerazione se non ‘a condizione’ di presentarsi in un ‘certo modo’ dal punto di vista dell’aspetto fisico.
Questo vuoto di senso, che paradossalmente si rende evidente nel tessuto culturale e sociale con una sorta di fissazione edonistica sul corpo, colpisce più il soggetto femminile di quello maschile, perché la donna ha un rapporto privilegiato con il ‘corpo’ ed è in qualche modo tenuta a rivolgere un’attenzione privilegiata ad esso.
Spetta, quindi, in modo del tutto speciale alla donna recuperare il significato del corpo, come espressione della cura di sé”.

Secondo Vincenza Mele “prendersi cura del proprio corpo, per ogni donna, non deve significare omologarsi a modelli che spesso appaiono surreali, quanto piuttosto cercare una forma di bellezza e salute che sia unicamente sua, speciale, irripetibile e non omologabile. Prendersi cura di sé non vuol dire rimuovere la consapevolezza della fragilità o dell’inevitabile deterioramento fisico del corpo, ricorrendo ad esempio al lifiting per cancellare i segni dell’età, ma, come dice Hillman, avere il coraggio di rimanere fedeli alla faccia dell’età, dove la psiche coerente diventa un’immagine”.

Carolina Carriero, Docente Invitata presso la Pontificia Università Lateranense, ha spiegato nel suo intervento al Master “Donna, cultura e società” dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum che “l’identità femminile, in prospettiva antropologica, è stata studiata a partire dal paradigma euristico della corporeità nella duplice valenza di apprezzamento del limite e di prospettiva escatologica. La riflessione femminile sull’esperienza della maternità, nel mondo greco come in quello cristiano, ha infatti ribaltato il disprezzo orfico del corpo in un ri-conoscimento del suo valore entro la gratitudine per la nascita. La corporeità del logos inaugura pertanto un pensiero che si dà pensiero per la vita, contro la crisi della filosofia contemporanea”.

Le iscrizioni al Master sono aperte fino al 30 novembre.

Per informazioni:
è possibile inviare una email: issdonna@upra.org.

Il Master Donna, Cultura e Società è stato organizzato sia dall’Università Europea di Roma, che dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, per cui sono previsti diversi requisiti di ammissione:

Per ogni altra informazione:

Nuova Borsa internazionale dei rifiuti


NUOVA BORSA INTERNAZIONALE DEI RIFIUTI

È on-line all’indirizzo www.borsarifiuti.com la nuova versione della Borsarifiuti GARWER, borsa internazionale dei rifiuti recuperabili e dei materiali derivanti da processi di recupero. Il sistema rappresenta senza dubbio il più avanzato e innovativo sistema di borsa telematica dei rifiuti presente in Europa, coniugando semplicità e immediatezza d’uso con una complessa architettura software. La versione internazionale (in lingua inglese) è disponibile all’indirizzo www.wastexchange.co.uk.

Cos’è e a cosa serve?

Borsarifiuti GARWER un potente strumento operativo disponibile via internet per la soluzione di problematiche relative alla gestione e all’approvvigionamento di rifiuti e di materiali derivanti da processi di recupero. Permette l’incontro tra operatori del settore produttivo e del settore rifiuti attraverso il meccanismo della domanda e dell’offerta. Rappresenta una grande opportunità per tutte quelle imprese che intendono individuare:

Per i produttori/detentori

  • soluzioni alternative alla discarica per i propri rifiuti;
  • nuovi sbocchi di mercato per rifiuti recuperabili e materiali derivanti da processi di recupero dei rifiuti;
  • nuovi sbocchi di mercato per lo smaltimento di rifiuti non riciclabili;

Per i riciclatori

  • nuovi fornitori di rifiuti recuperabili da avviare a processi di trattamento/recupero;
  • nuovi fornitori di materiali derivanti da processi di recupero, da utilizzare in sostituzione di materie prime vergini all’interno dell’industria di processo;
Chi può registrarsi?
  • Aziende produttrici di rifiuti o che riutilizzano rifiuti o materiali recuperabili nel loro ciclo di produzione;
  • Aziende che svolgono attività di gestione rifiuti (smaltimento, recupero, trasporto);
  • Intermediari e commercianti di rifiuti;
  • Comuni o loro Consorzi o altri enti pubblici produttori di rifiuti.
Quali sono i materiali scambiati sulla borsa?

Borsarifiuti.com organizza le diverse tipologie di materiali/rifiuti all’interno di oltre 230 categorie e sottocategorie merceologiche per una rapida consultazione da parte degli utenti.

Sono oggetto di negoziazione i seguenti materiali:

  • Rifiuti, così come definiti dal D.Lgs. 22/97;
  • Rifiuti recuperabili, ivi compresi quelli definiti dal D.M. 5/2/98;
  • Materie prime, prodotti o materie prime seconde derivanti da operazioni di recupero;
  • Beni a fine vita;
  • Fondi di magazzino, merce invenduta;
  • Macchinari e attrezzature usati;
  • Prodotti realizzati da materiali di recupero.
Cosa devo fare per registrarmi?

Nella Home page del sito è presente un collegamento “Nuovo utente? Registrati” alla pagina di registrazione.
La procedura di registrazione si articola in Step successivi nei quali vengono richiesti una serie di dati relativi all’azienda e alla persona incaricata che opererà all’interno della borsa per conto dell’azienda.
In particolare l’utente può scegliere se registrarsi in modalità “base” o in modalità “avanzata”. Quest’ultima richiede il pagamento di un abbonamento che potrà essere effettuato on-line, con carta di credito o mediante bonifico bancario.
La registrazione “avanzata” consente all’utente di utilizzare a pieno le potenzialità del sistema e di usufruire di una serie di servizi aggiuntivi.
La password di accesso, unitamente allo Userid scelto dall’utente, viene spedita in automatico dal sistema all’indirizzo di posta elettronica indicato nel primo Step.

Userid e Password sono necessari per portare a termine la procedura di registrazione, per operare all’interno del sito e, nel caso venga richiesto, per l’autenticazione al servizio Web mail GARWER. N.B.: Per registrarsi è necessario accettare il Regolamento di Borsa e fornire il proprio consenso al trattamento dei dati personali, secondo quanto indicato nell’Informativa sulla Privacy.

Che vantaggi ho se mi registro?

La registrazione è indispensabile per poter operare all’interno del sito (inserire annunci, rispondere ad annunci, inviare messaggi, collegarsi alla propria area My GARWER). Gli utenti non registrati possono esclusivamente consultare la banca dati degli annunci, divisa tra annunci di offerta e annunci di richiesta.

Che vantaggi ho se pago l’abbonamento?

La principale limitazione imposta agli utenti che hanno scelto la modalità di “registrazione base” consiste nell’impossibilità di entrare in contatto con altri utenti accreditati con la stessa modalità. In pratica, due utenti con “registrazione base” non potranno mai incontrarsi sulla borsa.
Il servizio Tradealert, l’archivio annunci e la possibilità di inserire immagini negli annunci sono funzionalità riservate agli utenti “avanzati”.
GARWER ha attivato inoltre una serie di convenzioni che consentono agli abbonati annuali di usufruire di sconti commerciali per l’acquisto di una vasta gamma di prodotti e servizi (prodotti editoriali, corsi di formazione, servizi di aggiornamento normativo, software per la gestione dei rifiuti etc…).

I patrocini costituiscono un importante riconoscimento istituzionale per la nostra società e per il suo impegno a favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.
Clicca qui per visualizzare gli enti che hanno concesso il loro patrocinio al progetto.

GARWER ha siglato importanti convenzioni con prestigiose associazioni imprenditoriali per mettere a disposizione il nuovo servizio agli associati a condizioni agevolate.
Clicca qui per visualizzare le convenzionato in atto.

I Nostri Partner sono aziende, associazioni ed enti di ricerca; in collaborazione con GARWER forniscono servizi qualificati alle imprese che rendono GARWER un punto di riferimento certo per la soluzione di problematiche connesse con la gestione dei rifiuti e dell’ambiente nel suo complesso.
Clicca qui per visualizzare i nostri partner.

Per contatti e ulteriori informazioni:

Ing. Paolo Azzurro
GARWER srl
Via Fanin 48, 40127 Bologna
Tel. 051.4200322
Fax. 051.4200323
web: http://www.borsarifiuti.com
email: paolo.azzurro@borsarifiuti.com

Ven. 2 Dic. serata al "Centrale" con la partecipazione di tanti VIP

Ciao a tutti gli operatori della comunicazione!

Continuano le feste di successo organizzate da ‘EVENTually’ (PR, comunicazione, eventi) nel bellissimo locale del centro storico, il “Centrale” Ristotheatre (via Celsa, p.zza del Gesù)
‘A ciascuno la sua serata’, verrebbe da intitolare questi appuntamenti del venerdi visto che, tra quanto proposto, c’è solo l’imbarazzo della scelta: puoi venire ed (andare via ) presto – la cena a buffet offerta dalla organizzazione nel Foyer del locale la serviamo a partire dalle 21.00, accompagnata da un’atmosfera tranquilla che ti permette di chiacchierare e rilassarti con la musica luonge di sottofondo e l’intrattenimento piano bar – oppure puoi prenotare un tavolo per il dinner-show della Sala del Palcoscenico, uno spettacolo contenitore all’americana fatto di numeri di musica, cabaret, balletto e magia che coinvolgono spesso anche il pubblico presente.

La cucina è di impronta toscana e il costo è di € 35-40 c.a a persona.
Oppure puoi unirti a noi più tardi, verso le 23.30, giusto in tempo per l’inizio della discoteca con musica dal vivo (abbiamo sempre dei gruppi eccezionali!) e, poi, DJ (revival e non solo) che va avanti fino a tarda notte, e magari prenotare un tavolo nel privè della ex-galleria.
Ven. 2 dic., inoltre, ci sarà la RAI ad animare un pò la serata ma niente anticipazioni… è ancora tutto in fase di definizione!

Vedrete..vedrete

Un saluto da ‘EVENtually’

Per info, lista ingresso e prenotazione tavoli: 349.2219645

ps Ah, si entra solo su invito!!!

E-mail Power, il primo evento sulla comunicazione via mail

E-mail Power
PALAZZO TURATI
Via Meravigli 9/b
Milano
13 dicembre 2005

Email Power è un nuovo evento dedicato al mondo della comunicazione via email: dalle campagne di email marketing alle newsletter, dalla raccolta degli indirizzi al loro acquisto, dalle sponsorizzazioni mirate settore alla creazione di comunità virtuali.

È un’occasione d’incontro fra domanda e offerta dove parlare degli aspetti teorici suffragati da success story, dove i visitatori possono coniugare la crescita professionale – attraverso seminari di formazione – a incontri con operatori del settore.
Email Power rappresenta il primo appuntamento dedicato ai professionisti della comunicazione e del marketing. Un’anticipazione di un evento che verra’ realizzato il prossimo anno e approfondira’ la comunicazione one-to-one in tutti i suoi aspetti.

Abbinato all’evento verra’ realizzata la prima edizione dei XMas E-Mail Awards, un concorso aperto a privati, aziende e associazioni no-profit per premiare diverse tipologie di email natalizie, considerate sempre più uno strumento di promozione e marketing dell’azienda/associazione stessa.

Per informazioni e per ricevere un invito omaggio:

http://www.connecting-managers.com/index.jsp?doc=1092

Un Natale di solidarietà grazie alla Fippa

GIOVEDI’ 1° DICEMBRE

DOLCE NATALE ITALIANO


Panificatori e pasticceri della Fippa protagonisti per riscoprire freschezza e qualità dei dolci della tradizione artigianale italiana. Il 30 novembre il presidente Jerian donerà mille panettoni a Benedetto XVI per i poveri di Roma

Vetrine dei negozi e scaffali dei supermercati abbondano, già da parecchie settimane prima del 25 dicembre, di prodotti industriali dai nomi e dalle forme fantasiosi che però non hanno nulla a che fare con la tradizione dolciaria. E i consumatori sono assediati da panettoni e pandori a prezzo contenuto ma senza una precisa garanzia di qualità.

I panificatori e i pasticceri italiani aderenti alla Fippa-Federazione Italiana Panificatori Pasticceri e Affini, giovedì 1 dicembre, animeranno una iniziativa in difesa della autentica produzione natalizia nazionale e, soprattutto, a garanzia della freschezza e della genuinità: “Dolce Natale Italiano”.

Su tutto il territorio nazionale, gli artigiani che esporranno in vetrina la locandina della manifestazione offriranno ai clienti “assaggi di bontà”: panettoni, pandori e le diverse specialità regionali, rigorosamente preparati nei loro forni. In un clima allegro, con i negozi addobbati, il “Dolce Natale Italiano” sarà l’occasione per una festa dal gusto ‘antico’ ma anche per dimostrazioni e chiarimenti sugli ingredienti e la lavorazione dei prodotti da forno, così da informare i consumatori sui ‘segreti’ utilizzati da fornai e pasticceri che costituiscono la base della loro professionalità e che fanno la differenza rispetto ai prodotti industriali.

Ai clienti, inoltre, saranno fornite alcune ricette base per creare, in casa, alcune delle preparazioni natalizie.
La Federazione Italiana Panificatori promuove questo appuntamento nazionale con l’intento di porre all’attenzione dei clienti e delle autorità competenti la assoluta necessità di una normativa che garantisca la riconoscibilità del prodotto fresco, realizzato cioè dallo stesso fornaio che lo vende, differenziandolo da quelli che vengono venduti in esercizi commerciali mediante il completamento di cottura o la cottura di impasti congelati o surgelati. In particolare per quello che riguarda i prodotti tradizionali natalizi, una recente normativa approvata stabilisce alcuni parametri ma in misura così ampia da non permettere la differenziazione tra prodotto artigianale e industriale.

La Fippa pertanto sta predisponendo delle specifiche proposte che mettano in luce l’assoluta assenza di conservanti, e la conseguente freschezza che contraddistingue il prodotto artigianale da quello industriale nonché parametri nell’utilizzo delle materie prime maggiormente restrittivi e tali da garantire una maggiore qualità dei dolci in questione.

Queste norme sono richieste non solo per tutelare un settore importante nel nostro panorama alimentare (circa 23 mila esercizi artigianali con 250 mila addetti, più 200 mila nell’indotto, e un fatturato complessivo di quasi sei miliardi di euro) e per rilanciare i prodotti tradizionali, ma per difendere il diritto del consumatore di conoscere il valore e il gusto del prodotto fresco e fragrante.

Il gusto è l’elemento che rafforza il legame tra il consumatore moderno, sempre più attento alla qualità, e l’artigiano, tanto più quando in gioco ci sono i prodotti della nostra tradizione” dichiara il presidente della Federazione, Edvino Jerian.

Ma la giornata del “Dolce Natale Italiano” vuole essere anche un momento di solidarietà: mercoledì 30 novembre, nella giornata antecedente a quella fissata per la manifestazione, il presidente Jerian donerà alla Casa delle suore di Madre Teresa di Calcutta di Roma mille panettoni per i poveri della capitale, consegnandoli nelle mani del Santo Padre, Benedetto XVI, che riceverà in udienza i fornai e i pasticceri.

Si ripeterà così il commovente incontro avvenuto lo scorso anno con Giovanni Paolo II.
Le iniziative della Fippa e delle sue associazioni hanno sempre avuto un risvolto benefico, con social partner come ANFAAS, Fondazione Exodus, Croce Rossa Internazionale, Emergency, UNICEF, Società di San Vincenzo, Lega del filo d’oro, Associazione per la lotta contro le fibrosi cistiche e Comunità di San Patrignano.

Appuntamento quindi a giovedì 1 dicembre: panificatori e pasticceri italiani vi aspettano per darvi un assaggio di vera bontà artigianale.

IED: a dicembre le selezioni per il Master in Graphic Design

IED MASTER IN GRAPHIC DESIGN: A DICEMBRE LE SELEZIONI

Selezioni graphic design. Al via le selezioni per la seconda edizione del Master in Graphic Design – Direzione e Progettazione Creativa, previste nei giorni 1, 6, 12, 13 dicembre 2005.

Parte a febbraio la seconda edizione del Master in Graphic Design – Direzione e Progettazione Creativa organizzato dall’Istituto Europeo di Design in collaborazione con l’agenzia Angelini Design e l’Art Directors Club Italia. Si tratta del primo progetto in Italia interamente dedicato alla specializzazione nell’area della progettazione grafica, rivolto a quanti siano interessati a valorizzare le proprie competenze attraverso un percorso ricco di stimoli e di interventi di noti professionisti e aziende di rilievo.
Il corso intende formare una nuova generazione di creativi visuali, capaci di seguire e anticipare i cambiamenti di un settore in costante evoluzione come quello del Graphic Design, avvalendosi di strumenti appropriati e di eccellenti competenze di gestione.

La selezione prevede un test di ammissione per accertare il possesso dei requisiti di ingresso e un colloquio motivazionale con valutazione del Curriculum Vitae e del portfolio lavori.
Le date utili per le sessioni di selezione sono il 1, 6, 12, 13 dicembre . Per prenotarsi, contattare l’Ufficio Master e Specializzazioni dell’Istituto Europeo di Design di Roma.

Ufficio Master e Specializzazioni
Istituto Europeo di Design di Roma
Via Branca, 122
001 Roma
Tel. 06-5717651
E-mail: master.com@roma.ied.it

Alessia Vagliviello
Responsabile Coordinamento Master e Specializzazioni

Indieta.it partecipa a 7 motivi dell’e-commerce

INDIETA.IT SHAPEWORKS PARTECIPA A
“7MOTIVI DELL’E-COMMERCE”

Dal 28/11/05 al 04/12/05 grande promozione su InDieta.it in occasione di “7Motivi dell’e-commerce” iniziativa di promozione dello shopping online organizzata da AICEL.

27/11/2005 – InDieta.it è uno shop online di un gruppo di Distributori Indipendenti Herbalife che sta riscuotendo notevole successo soprattutto nello shopping online con la vendita dei nuovi prodotti rivoluzionari ShapeWorks per il controllo del peso.

InDieta.it ha creato un “negozio virtuale” dove è possibile acquistare, con poche e semplici operazioni, tutti i prodotti Herbalife , ottenendo in maniera completamente gratuita una assistenza per tutta la durata dell’uso dei prodotti acquistati, tramite un l’assegnazione di un assistente personale, il quale tramite telefono, email oppure fax fornirà consigli per l’utilizzo ottimale dei prodotti. E’ inoltre possibile sempre on line, calcolare il proprio BMI (l’indice di massa corporea) per verificare il proprio stato di salute e capire se si è in soprappeso e quanti chili si deve perdere per raggiungere il proprio peso forma.

UNA PROMOZIONE SPECIALE solo dal 28/11/2005 al 04/12/2005

In occasione dell’iniziativa “I 7 motivi dell’e-commerce” InDieta.it ha studiato un’assortimento di prodotti particolare.Tale promozione, limitata alla settimana dal 28/11/2005 al 04/12/2005, vuole essere un incentivo ad acquistare un capo di lingerie presso un e-shop che dal 2001 soddisfa i desideri di oltre 1000 utenti ai quali offriamo:

– chiarezza nei dettagli dei prodotti Herbalife
– la sicurezza di acquistare in tutta sicurezza e affidabilità
– un servizio di Customer Care raggiungibile via telefono o via e-mail dal quale ottenere risposte sempre personalizzate e tempestive su ordini e i tempi di consegna, etc.

Questo in dettaglio la speciale Promozione InDieta.it “7Motivi”:
Assortimento ShapeWorks Advanced così composto:
– FORMULA 1 (integratore per pasto sostitutivo)
– FORMULA 2 (integratore di vitamine e sali minerali)
– FORMULA 3 (integratore di polvere proteica)
– MULTIFIBRE (integratore di fibre naturali)
– THERMOJETICS 100gr (polvere solubile a base di thè verde)
– BARRETTE PROTEICHE (snack proteico con poche calorie)

OMAGGIO

– 1 confezione di Barrette Proteiche
– Kit ShapeWorks InDieta Nuovo Cliente
Contente:
– una comoda e pratica valigetta
– uno shaker
– un cucchiaio dosatore
– porta compresse
– porta polvere grande per Formula 1
– porta polvere piccolo per Formula 3
– diaro ShapeWorks per annotare i progressi ottenuti
– rivista mensile clienti InDieta
– catalogo completo prodotti Herbalife ShapeWorks

Se sei propenso all’acquisto, ma vuoi maggiori chiarimenti, basta che compili il modulo di richiesta consulenza GRATUITA, che trovi all’interno del sito InDieta.it, e un assistente ti contatterà entro max 24 ore all’orario che desideri.
Ma…… quanto costa questo PACCHETTO InDieta 7 Motivi ?

Scoprilo CLICCANDO QUI !

Pierfrancesco Maria
InDieta sas

Il fiume Nera è straripato come non accadeva dal 1999

Una piena di dimensioni eccezionali, come non accadeva più dal 1999, ha interessato per tutta la giornata di ieri il fiume Nera e i suoi affluenti.

Le acque, con una velocità consistente, hanno allagato i terreni a fondovalle, causando danni alle colture agricole e, in alcuni casi, anche alle attività commerciali che sorgono lungo la Valnerina.
Le piogge cadute per tutta la notte e lo scioglimento delle abbondanti nevicate cadute nel fine settimana, hanno ingrossato dapprima il Corno, principale affluente del Nera, che ha riversato una straordinaria massa d’ acqua sull’alveo già ingrossato del fiume. La piena ha raggiunto l’apice, nella prima mattinata esondando a Cerreto di Spoleto, poi ha proseguito la sua corsa inondando tutti i terreni fino a Piedipaterno e Vallo di Nera, dove ha raggiunto il suo apice intorno a mezzogiorno, trascinando detriti e tronchi di legname. A Sant’Anatolia di Narco il Nera ha straripato causando danni ad una attività commerciale che ha visto allagarsi tutto il piano terra.
Stesse situazioni di piena sul fiume Campiano nel comune di Preci e lungo il torrente Tissino che scende da Poggiodomo fino a Borgo Cerreto.
Per tutta la giornata le squadre della Comunità Montana della Valnerina hanno tenuto sotto controllo il fiume, in collaborazione con i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, il Corpo Forestale dello Stato, i Comuni, dopo l’attivazione, richiesta in mattinata dalla Comunità Montana, della Prefettura e del servizio di Protezione Civile della Regione dell’Umbria.
Sono stati necessari alcuni interventi di emergenza per sgomberare il fiume da alberi sradicati e caduti che avrebbero potuto ostruire il veloce deflusso delle acque e causare ulteriori danni.
Verso sera l’onda di piena ha diminuito la sua intensità ed il fiume, gradualmente, è rientrato nell’alveo quasi in tutta la lunghezza dell’asta, pur rimanendo ancora con una portata enorme.
Le piogge e le raffiche di vento hanno causato danneggiamenti anche nel territorio, colpendo strade e edifici privati. In alcuni casi ci sono stati crolli di tetti e smottamenti. Nei prossimi giorni si procederà a un censimento dei danni.

Il fiume Nera è straripato come non accadeva dal 1999