Al Museo Fondazione Crocetti (Via Cassia 492 Roma), Gigino Falconi: Il mito della pittura. Giovedì 15 dicembre ore 18.00

Al Museo Fondazione Crocetti (Via Cassia 492 Roma), Gigino Falconi: Il mito della pittura.
Da Giovedì 15 dicembre ore 18.00

Giovedì 15 dicembre 2005 alle ore 18 il Presidente della Fondazione Crocetti, On.le Antonio Tancredi, inaugurerà presso il Museo “Venanzo Crocetti” una mostra personale dedicata a Gigino Falconi, uno dei più interessanti pittori figurativi italiani. La mostra, dal titolo Gigino Falconi. Il mito della pittura, a cura di Silvia Pegoraro, sarà visitabile fino al 30 gennaio 2006 e raccoglierà circa 20 dipinti di medie e grandi dimensioni, oltre a una serie di studi e disegni scelti. La mostra sarà accompagnata da una monografia edita da Edigrafital Spa, facente parte della collana di pubblicazioni del Museo, con le immagini di circa 50 opere dell’artista e con scritti di Carlo Chenis e Sandro Parmiggiani, oltre che della curatrice .

Gigino Falconi inizia a dipingere all’età di 16 anni. Dopo inizi influenzati dall’astratto-informale, nei primi anni ’50, Falconi recupera la figurazione, dimostrando subito un’eccezionale perizia tecnica e disegnativa. In questo senso è profondamente, passionalmente anacronistico: è uno straordinario pittore “antico”. La sua ricerca iconica, di estremo rigore formale e di straordinaria intensità luministica, si è spesso espressa in grandi cicli pittorici, come quelli dedicati ai temi dannunziani e all’arte sacra (questi ultimi soprattutto tra il ’95 e il ’99). Luce, forma e colore sono un trinomio inscindibile, nella pittura di Falconi. Un trinomio idoneo a esprimere un’idea della pittura che è sostanzialmente necessità di una nitida misura mentale, una metafisica dello spazio-luce, ulteriormente sublimata dalla fondamentale esperienza di assimilazione dell’arte antica.

Gigino Falconi si è occupato anche di grafica, realizzando pregevoli incisioni e litografie, e illustrando diversi volumi di amici poeti, tra cui Leonard Cohen.
Falconi ha tenuto numerose mostre personali e partecipato a molte collettive, in Italia e all’estero. Le sue opere sono conservate in prestigiose collezioni, pubbliche e private.
Autorevoli testi sono stati dedicati all’artista da Bo, Bossaglia, Carluccio, Di Martino, Emiliani, Menna, Solmi, Valsecchi, Venturoli.

Vittorio Sgarbi ha presentato nel 1988 la personale dell’artista al Vittoriale di Gardone Riviera, nonché il catalogo Ossessioni a Francoforte nel 2002.

Informazioni per la Stampa a cura di:
L&R COMUNICAZIONE STUDIO ASSOCIATO DI APRATI & PARTNER
Referente Laura Aprati Tel.: 06 977476701
info@lrcomunicazione.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...