TRENTO – LA PROVINCIA IMPUGNA LA FINANZIARIA DELLO STATO 2OO6

Trento, 17 febbraio 2006

Il ricorso sarà presentato alla Corte Costituzionale entro il 27 febbraio
LA PROVINCIA IMPUGNA LA FINAZIARIA DELLO STATO 2006

(m.p.) – La Provincia autonoma di Trento ha deciso di impugnare alcuni commi contenuti nella legge Finanziaria dello Stato 2006, a tutela delle proprie prerogative autonomistiche. Il ricorso sarà presentato alla Corte Costituzionale dagli avvocati Giandomenico Falcon e Franco Mastragostino entro il prossimo 27 febbraio. L’udienza sarà fissata probabilmente entro l’inverno 2006-2007. Una delle questioni più importanti – quella relativa all’energia – è destinata a risolversi comunque prima di quel periodo: il 2 maggio infatti è fissata l’udienza relativa all’impugnativa, questa volta da parte dello Stato italiano, delle due leggi della Provincia autonoma di Trento (e anche di Bolzano) sulle grandi derivazioni idroelettriche.
La decisione di impugnare alcuni commi cella Finanziaria è giunta dopo una lunga fase di consultazione prima fra tutti i governi regionali e poi in particolare fra quelli delle regioni e province autonome. Le principali materie interessate dall’azione legale della Provincia sono: i limiti all’acquisizione di immobili, la riduzione dei trasferimenti erariali, il controllo di merito sulla congruità dei beni acquistati dalla Provincia autonoma da parte dell’Agenzia del territorio, previste dai commi 24-26 dell’articolo 1; la riduzione della spesa per il personale dell’1 per cento, prevista dai commi 198-204; il monitoraggio della spesa farmaceutica previsto dal comma 276 sempre dell’articolo 1; le liste di prenotazione di prestazioni sanitarie essenziali, interessate dai commi 282-284; le concessioni per grandi derivazioni idroelettriche di cui abbiamo già detto.
Su un paio di materie invece la Provincia autonoma ha deciso di non procedere all’impugnativa, per ragioni di opportunità Si tratta dei commi dal 166 al 170 sulla Corte dei Conti, e del comma 494 sulla riduzione dei trasferimenti erariali “doppi” ed erogazione di somme straordinarie a Comuni di province limitrofe al Trentino Alto Adige (cosiddetta disposizione “Galan”).

Carmine Granato – Padova – carminegranato@hotmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...