Congresso Internazionale Donna e Mass media il 30 Marzo

I mezzi di comunicazione esercitano una influenza enorme nella trasmissione e trasformazione della cultura, creando una specie di “mentalità collettiva”.

Oggi, la maggioranza dei media si è convertita in agenzie di promozione di ideologie, da cui, nella maggioranza dei casi, la figura della donna è uscita profondamente trasformata.

Ma i mezzi di comunicazione e la pubblicità sono socialmente responsabili? E ancora: i media sono vicini alla donna? Quanto è reale l’immagine femminile che viene ogni giorno rilanciata da tv e giornali?

A questi e ad altri quesiti si tenterà di dare una risposta nel corso del Congresso Internazionale “Donna e Mass Media” che si svolgerà a Roma, presso l’Università Europea di Roma, Via Aldobrandeschi, 190, giovedì 30 Marzo 2006 dalle ore 9:30 alle ore 18:00.

Il Congresso, organizzato dall’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, grazie al contributo di autorevoli studiosi del settore, partirà dall’analisi dell’evoluzione dei mezzi di comunicazione per arrivare ad una proposta che contenga idee e criteri per l’uso dell’immagine della donna nei media.

La giornata sarà arricchita dalla testimonianza di personaggi della comunicazione, della cultura e dello spettacolo.

Per partecipare è necessario confermare la propria adesione entro il 29 marzo a:
Email: istdonna@libero.itTel: 06/ 66527903 – 06/66527807 – 06/66527930 – 06/66527800Fax: 06/ 66527840

PROGRAMMA

9:00 Registrazione partecipanti congresso
09:30 Saluto – Paolo Scarafoni, L.C., Rettore Ateneo Pontificio Regina Apostolorum-Università Europea di Roma
09:45 Introduzione – Cristina Zucconi Galli Fonseca, Presidente Istituto di Studi Superiori sulla Donna, AteneoPontificio Regina Apostolorum- Università Europea di Roma
Moderatrice: Ester Palma, Giornalista, Corriere della Sera
10:00 “Passato, presente e futuro dei mezzi di comunicazione” Ettore Bernabei, Presidente LUX VIDE S.p.A. (Italia)
10:50 Coffee break
11:15 “Mezzi di comunicazione e pubblicità: socialmente responsabili?” – Ignasi Miranda, Giornalista, Radio Estel (Spagna)- Francisco Segarra, Pubblicista (Spagna)
12:30 1° parte Testimonianze di personaggi del mondo della comunicazione, della cultura e dello spettacolo: Rosanna Vaudetti, Conduttrice TV (Italia), Lorena Bianchetti, Conduttrice TV e Giornalista, RAI (Italia), Paola Ferrari, Conduttrice TV e Giornalista (Italia).
13:15 Dibattito – Interventi del pubblico 13:30 Pranzo Moderatrice: Domitia Caramazza, Sceneggiatrice (Italia)
14:30 2° parte Testimonianze di personaggi del mondo della comunicazione, della cultura e dello spettacolo Paola Saluzzi, Giornalista e Conduttrice TV (Italia) Alessandra Borghese, Scrittrice e Giornalista (Italia) Enza Sampò, Conduttrice TV (Italia)
15:15 “I media, le donne e la guerra: memoria di un reporter nella guerra in Iraq” Javier Alatorre, Giornalista TV Azteca (Messico)
16:05 “Sessualità e procreazione: l’immagine della donna nei Media”, Eugenia Roccella, Giornalista e Scrittrice (Italia)
16:35 Tavola Rotonda: “ I Media sono vicini alla donna? Una proposta” Pilar Giménez, Professore di Scienze Umane, Università Francisco de Victoria di Madrid (Spagna), Valentina Alazraki, Corrispondente Televisa (Messico), Matilde Bernabei, Amministratore Delegato, LUX VIDE S.P.A. (Italia)
17:30 Conclusioni: Paolo Scarafoni L. C., Rettore Ateneo Pontificio Regina Apostolorum-Università Europea di Roma

Annunci

EL SALVADOR INAUGURA IL COMPLESSO TURISTICO "PUERTO DE LA LIBERTAD”

EL SALVADOR INAUGURA IL NUOVO COMPLESSO TURISTICO
“PUERTO DE LA LIBERTAD”

Marzo 2006 – E’ stata recentemente inaugurata in Salvador la prima fase del complesso turistico “Puerto de la Libertad” situato nel sud del Paese.
I lavori di ristrutturazione del complesso, uno dei centri turistici più importanti del Salvador, sono iniziati nel luglio del 2005 e hanno richiesto, da parte del Governo, un investimento di 2,4 milioni di dollari.

La prima fase di questo progetto comprendeva: il disegno definitivo del complesso, la costruzione di un anfiteatro con capacità di 3.500 persone, chioschi per la vendita di prodotti gastronomici e di artigianato, servizi sanitari, un impianto di trattamento acque, un impianto elettrico e lavori di ristrutturazione degli esterni.

Dopo questa prima fase di costruzione – iniziata dalla società “Hugo Barrientos Arquitectos” il 21 luglio scorso – il Ministero del Turismo istituirà una nuova gara d’appalto per intraprendere la seconda fase dell’ampliamento del complesso, che comprenderà la costruzione di aree gastronomiche e servizi complementari per i turisti.

Abbiamo impiegato molte risorse nella costruzione di questo complesso perché crediamo nel grande valore turistico di questa zona – ha commentato il Ministro del Turismo Rubén Rochi – un valore che risiede soprattutto nella bellezza del mare, delle spiagge e dei paesaggi, ma anche nel calore di questa gente, pescatori e piccoli imprenditori, che hanno investito molti sforzi e molta creatività per regalarci un luogo particolare, unico nel suo genere.”

Il Ministro ha, inoltre, sottolineato la funzione strategica del progetto che può incrementare il flusso dei turisti internazionali, grazie alla posizione favorevole presso il Puerto de la Libertad. La sua vicinanza alla capitale, infatti, lo rende un luogo particolarmente attraente per il turismo d’affari, un segmento di importanza fondamentale secondo il Ministero.

Questo progetto – continua Rochi – segnerà un’importante trasformazione, anche economica, della zona; Puerto de la Libertad, infatti, diventerà un punto di riferimento per i turisti internazionali che si recano sulle coste del Pacifico”.

In questa zona, inoltre, molte aziende private stanno costruendo complessi alberghieri e centri commerciali, alimentando così il flusso turistico.

Puerto de la Libertad è un polo di sviluppo turistico di grande tradizione, famoso anche per le specialità gastronomiche a base di molluschi.
La playa Punta Roca rientra nella classifica delle 10 spiagge migliori al mondo per praticare surf. E’ anche il luogo ideale per la pesca, gli sport acquatici e le passeggiate nei boschi tropicali.
Nella zona operano attualmente 10 hotel e circa 22 ristoranti con più di 200 addetti ai lavori.

Informazioni per la Stampa a cura di: PRESS DI PAOLA COLLA
Referente Paola Colla Tel.: 02 867526 p.colla@presstudio.com

I CORSI GRATUITI DI FUTURO@LFEMMINILE

Il progetto di Microsoft per le donne,
in collaborazione con Accenture, Hewlett Packard

PARTONO I CORSI DI FUTURO@LFEMMINILE

Impres@Donna e Mamme@web:
la tecnologia in aiuto di aspiranti imprenditrici e mamme

Sei una mamma e vuoi imparare a usare il PC e a navigare in Internet? Da tempo hai in mente un’idea imprenditoriale ma non sai come realizzarla? I tuoi bambini sono cresciuti e vuoi tornare al lavoro, ma con qualche competenza in più? Con le tue amiche vuoi aprire una società ma non sai dove reperire i fondi? A queste ed altre domande rispondono i corsi gratuiti di futuro@lfemminile, ogni venerdì e sabato in 9 città italiane. Le tappe inaugurali del tour formativo, realizzato in collaborazione con la testata femminile Donna Moderna, saranno Milano, presso la sede di Microsoft Italia a Segrate, e Bari, presso il Palace Hotel, il 17 e il 18 marzo.

Ogni venerdì, Impres@Donna
Impres@Donna, un progetto nato nel 2004 in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma – Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile, quest’anno si sviluppa con seminari di formazione gratuiti per le donne che vogliono realizzare la loro impresa. Le partecipanti ai corsi avranno a disposizione i consigli di un esperto del Consorzio PattiChiari che fornirà informazioni per la gestione della relazione con la banca, per l’accesso al credito e la redazione di un Business Plan, per usufruire di agevolazioni. Saranno introdotte, inoltre, agli strumenti informatici utili per avviare un’impresa, per la gestione delle proprie attività, per reperire informazioni in rete sui finanziamenti e molto altro ancora. Alle partecipanti al corso sarà riservata una sezione del sito www.futuroalfemminile.it, dove potranno consultare materiali di approfondimento e accedere a un elenco di link utili.

Ogni sabato, Mamme@web
Mamme@web è un “tour formativo” che vuole diffondere alle donne una conoscenza pratica ed essenziale delle tecnologie come supporto alla sfera personale e come strumento per riproporsi sul mondo del lavoro con una marcia in più. Dopo una prima edizione che ha raccolto la partecipazione di circa 300 mamme e 132 bambini, Mamme@web riparte con nuovi corsi in giro per l’Italia per far conoscere ad altre donne le potenzialità del pc e della Rete, come strumento di informazione e per accedere a quei servizi on line che possono aiutarle nella gestione del tempo. I contenuti, semplici e diretti, avranno come oggetto gli strumenti base di videoscrittura e dei fogli di calcolo (impaginazione dei documenti, gestione del bilancio familiare); la consultazione del web, per l’informazione, l’accesso a servizi on line, l’organizzazione del tempo libero (come utilizzare i motori di ricerca, consultare giornali on line, come prenotare le vacanze, un posto a teatro o al ristorante, come scegliere la ludoteca o la palestra per il proprio bambino, come fare la spesa, pagare le bollette, gestire il proprio conto bancario attraverso i servizi on line). Le partecipanti a Mamme@web potranno portare con sé i propri bambini, per i quali è previsto un servizio di assistenza ed intrattenimento grazie ad operatrici specializzate per l’infanzia, che utilizzeranno anche materiali e video messi a disposizione da Disney Channel.

La struttura dei corsi
I corsi si terranno ogni fine settimana a partire dal 17 marzo: il venerdì sarà il giorno dedicato ad Impres@Donna, con due moduli uguali nei contenuti, di quattro ore ciascuno – il corso del mattino, dalle 9 alle 13, e il corso del pomeriggio, dalle 14 alle 18; e il sabato a Mamme@web, anch’esso articolato in due moduli identici: il corso del mattino, dalle 9 alle 13, e il corso del pomeriggio, dalle 14 alle 18.

Il calendario delle città italiane
I week end formativi di futuro@lfemminile toccheranno 9 città italiane. Si parte con Milano e Bari (17 e 18 marzo), per proseguire con Napoli (24 e 25 marzo), Cagliari (31 marzo e 1 aprile), Bologna (7 e 8 aprile), Padova (5 e 6 maggio), Genova (12 e 13 maggio), Torino (19 e 20 maggio) e Roma (26 e 27 maggio).

Futuro@lfemminile: Microsoft, Accenture e Hewlett Packard al servizio delle donne
Impres@Donna e Mamme@web rientrano nel piano di attività di futuro@lfemminile, progetto di Microsoft Italia per le donne, realizzato in collaborazione con Accenture e Hewlett-Packard Italiana. L’obiettivo di futuro@lfemminile è valorizzare il contributo che la tecnologia può dare nell’aiutare le donne ad esprimere il loro potenziale, una tecnologia alleata e al servizio delle donne nei loro molteplici ruoli di studentesse, lavoratrici e madri.

Il Consorzio PattiChiari
Nel corso dei suoi due anni di attività il Consorzio PattiChiari (il Consorzio di 170 banche – 84% degli sportelli in Italia – nato con per offrire facili strumenti che aiutino i cittadini a capire meglio i prodotti finanziari) si è fatto carico di una serie di progetti di informazione/avvicinamento sui temi economico finanziari, anche attraverso il coinvolgimento di Enti e Istituzioni impegnate sul territorio. È in quest’ottica che si inserisce la collaborazione nel progetto futuro@lfemminile. Per Impres@donna, PattiChiari mette a disposizione il modello semplificato di business plan, ovvero il documento con il quale un’impresa analizza le proprie strategie e le proprie esigenze finanziarie. Negli incontri Mamme@web la navigazione internet su Conti Correnti a Confronto – l’iniziativa che consente di comparare servizi e costi di c/c tra le banche del consorzio – diviene un valido esempio di navigazione internet per le mamme che si avvicinano al mondo del web per la prima volta.

Anima, CNCA e Holding Famiglia
Per coinvolgere il maggior numero possibile di donne, collaborano alla diffusione dell’iniziativa anche Anima, associazione non profit promossa dall’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma per la diffusione della responsabilità sociale di impresa; CNCA, Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza, federazione di circa 260 organizzazioni di tutta Italia attive in tutti i settori del disagio, dell’emarginazione e della promozione del benessere sociale; Holding Famiglia, associazione senza scopo di lucro che ha fra gli obiettivi la crescita delle donne, anche nel loro ruolo di “manager” della famiglia.

Gli sponsor tecnici
Ad accompagnare le partecipanti i corsi, ci saranno inoltre I Piccolini Barilla, Chicco, Disney Channel e Wella, aziende da sempre attente all’universo femminile. Ulteriori informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.futuroalfemminile.it.

Iscrizioni
Per iscriversi ai corsi, è possibile chiamare la segreteria organizzativa al numero di telefono 02.49983.353, mandare un fax al numero 02.49983.354 o inviare un’ e-mail all’indirizzo futuroalfemminile@plannersgrp.net, specificando a quale corso (Impres@Donna o Mamme@web) e a quale modulo (mattina/pomeriggio) si vuole partecipare.

Per informazioni
Ufficio stampa Hill & Knowlton Gaia
Nicoletta Vulpetti 06/441640306 – 3473359814 vulpettin@hkgaia.com
Alessia Calvanese 06/441640328 – 3351309390 calvanesea@hkgaia.com
Monnalisa Martini 06/441640304 martinim@hkgaia.com
Giorgio Scappaticcio 06/441640309 scappaticciog@hkgaia.com

"STRISCIA LA NOTIZIA" RICORDA I LEADER POLITICI CHE HANNO ABBANDONATO LE TRASMISSIONI


“STRISCIA LA NOTIZIA” RICORDA I LEADER POLITICI CHE HANNO ABBANDONATO LE TRASMISSIONI

Silvio Berlusconi non è il primo politico che ha abbandonato una trasmissione nel corso di un confronto televisivo.

Ecco tutti gli abbandoni proposti da Striscia:

‘Porta a Porta’, 11 maggio 1998, Massimo Cacciari abbandona in polemica con Fabio Galan.

‘Porta a Porta’, 31 maggio 1999, con Antonio Di Pietro.

‘Iceberg’, novembre 2001, Ignazio La Russa lascia dopo un litigio con uno spettatore.

‘Excalibur’, 11 dicembre 2003, Giovanna Melandri che se ne va dopo una discussione accesa con Antonio Socci.

‘Ballaro”, 9 novembre 2004, Francesco Cossiga abbandona il collegamento.

‘Primo Piano’, 13 maggio 2005, Emma Bonino si alza dopo un aspro confronto con Alfredo Mantovano. ‘Alice’, 13 ottobre 2005, con Clemente Mastella.


News pubblicata da Agenpress.it

Beta 80 Group: è di scena la gestione dell’emergenza sanitaria all’appuntamento mondiale Sicurezza

Beta 80 Group: è di scena la gestione dell’emergenza sanitaria all’appuntamento mondiale Sicurezza
Fiera Milano – Rho, Pad. 11 Stand del servizio del 118 di Milano Niguarda

Milano, 14 marzo 2006 – Beta 80 Group, holding operativa fondata nel 1986, sarà presente all’appuntamento mondiale Sicurezza 2006 – nuovo quartiere Rho, Fiera Milano, dal 15 al 18 marzo – presso lo stand del 118 di Milano Niguarda, con la propria piattaforma software EmMa (Emergency Management) realizzata per la gestione delle emergenze mediche.

La piattaforma EmMa è stata progettata e sviluppata all’interno di contesti verticali legati alla gestione di problematiche di Pronto Intervento (Servizi 118, 115 , 113, coordinamento Continuità Assistenziale, Protezione Civile). L’esperienza maturata da Beta 80 Group in questi anni ha generato non solo un’applicazione altamente configurabile e personalizzabile ma l’integrazione con le più innovative tecnologie presenti sul mercato.

Beta 80 Group, grazie alla esperienza consolidata in questo mercato, rappresenta oggi un centro di eccellenza per la consulenza di tipo organizzativo e direzionale sui processi di gestione dei servizi di emergenza sanitaria (118) e servizi di continuità assistenziale (Guardia Medica).

Presso lo stand i responsabili di Beta 80 Group saranno a disposizione dei giornalisti per fornire informazioni e materiale a supporto.

*******

Beta 80 Group nasce nel 1986 a Milano da un gruppo di ingegneri, oggi è una holding operativa controllata da alcuni manager presenti in azienda e vanta oltre 200 dipendenti dislocati nelle tre sedi di Milano, Roma e Mantova. Dalla sua nascita ha come obiettivo quello di integrare le soluzioni tecnologiche più funzionali ai modelli di business dei clienti, contribuendo al loro vantaggio competitivo. Il Gruppo acquista notorietà con le soluzioni per l’automazione delle centrali operative del 118, diventando poi un system integrator di riferimento nel settore della sanità, della Pubblica Amministrazione Locale e delle utilities. Negli anni la propria offerta si è estesa allo sviluppo di soluzioni per la supply chain management, la gestione della logistica e l’ICT management. Con fatturato 2005 di circa 19 Milioni di euro, Beta80 Group è tra le Top 100 società di software e servizi in Italia (classifica Computerworld).

Per ulteriori informazioni:
La Rete per Comunicare
Simonetta Palmieri
Tel 02 45488552
mailto: s.palmieri@laretepercomunicare.it
Sito web: http://www.laretepercomunicare.it
Beta 80 Group S.p.A.
Direzione Marketing
Tel 02 25202.1
mailto: marketing@beta80group.it
Sito web: http://www.beta80group.it

Innovazione Più parla a Milano alla Mostra Convegno Expo del Capitale Umano dell’Innovazione e dell’Internazionalizzazione

Innovazione Più parla a Milano alla Mostra Convegno Expo del Capitale Umano dell’Innovazione e dell’Internazionalizzazione
15-18 marzo Fiera Milano City: giovedì 16 marzo ore 10.00

E’ di scena ”L’innovazione per la sicurezza del cittadino”, relatori Innovazione Più, Consultechnology, Beta 80 Group. Partecipazione straordinaria del dottor Giancarlo Fontana, responsabile servizio soccorso sanitario 118 Milano e Provincia

Milano, 14 marzo 2006. Innovazione Più, azienda cooperativa privata, è presente all’edizione 2006 della mostra convegno “Expo del Capitale Umano” (www.expocapitaleumano.com) che si terrà a Milano – Fiera Milano City – da 15 al 18 marzo prossimi e che avrà come tema portante la competitività e lo sviluppo delle imprese. Illustri relatori provenienti dalla ricerca, dall’azienda e dalle istituzioni pubbliche tracceranno le linee guida in termini di innovazione alla luce delle indicazioni fornite del Consiglio Europeo riunitosi a Lisbona nel 2000.

“Innovazione per la sicurezza del cittadino” è il tema dell’intervento che Innovazione Più terrà giovedì 16 marzo alle ore 10.00 Pad. 18 sala Informatica

Tra i relatori: Giancarlo Fontana (responsabile servizio soccorso sanitario 118 Milano e Provincia); Sandro Bicci (amministratore delegato Innovazione Più); Oscar Bocchini (Business Development Manager Beta 80 Group); Matteo Penzo (responsabile team Design and Development Consultechnology); Giuseppe Baroni (Direttore Tecnico Innovazione Più).

Fondata nel 2004 da un insieme di piccole e medie imprese italiane operanti nel settore dell’informatica e delle telecomunicazioni associate a CdO Informatica, la missione di Innovazione Più consiste nel realizzare progetti di innovazione tecnologica raccordando il mondo delle imprese, dell’università e della ricerca. Per raggiungere questo risultato, Innovazione Più mette a sistema le strutture di ricerca e sviluppo dei soci, e svolge la propria attività attraverso i loro investimenti diretti, i programmi di finanziamento alla ricerca e sviluppo in ambito europeo, nazionale e locale, e i progetti di innovazione che nascono nel mondo delle imprese. Sono 13 le aziende di Innovazione Più: ACP, Apex-net, Beta 80 Group, Consultechnology, Cosmi Innovazione, Cosvifor, Enter, Gr Informatica, Icare, Informex, Neos, NSI e TXT e-solutions.

Per ulteriori informazioni:

La Rete per Comunicare
mailto: s.palmieri@laretepercomunicare.it
http://www.laretepercomunicare.it
http://www.innovazionepiu.it

PISTACCHIO: UN PRODOTTO DA DIFENDERE IN QUANTO TIPICO DELL’ AGRICOLTURA SICILIANA

FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU “SICILIA INDIPINNENTI”
FRONTE NAZIONALE SICILIANO “SICILIA INDIPENDENTE”

-Sikritarìa Nazziunali-

Kumunikatu Stampa

PISTACCHIO: UN PRODOTTO DA DIFENDERE IN QUANTO TIPICO DELL’ AGRICOLTURA SICILIANA

«Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu esprimono apprezzamento per la campagna pubblicitaria e di informazione, che recentemente i Coltivatori Siciliani di PISTACCHIO (quelli di BRONTE in testa) hanno intrapreso per promuovere sui mercati il loro prodotto».

Ha dichiarato `u Sikritariu del Partito, Giuseppe SCIANÒ, che ha evidenziato come non siano – così – mancate, per i Consumatori, le indicazioni sul miglior modo di utilizzare questo frutto nella gastronomia, nella pasticceria e persino nella gelateria di alto livello. E fortemente caratterizzate.

«Per l’occasione non sono mancate le informazioni sulle cosiddette VIRTÙ SALUTISTICHE di questo prodotto, che, da più di un millennio, è tipico dell’Agricoltura Siciliana. Insomma: si è resa – così facendo – anche giustizia a quella antica, vivace (e ricca di insegnamenti propri della cultura popolare) TRADIZIONE AGRICOLA tipicamente siciliana, che partiti e classe politica, soprattutto nell’ultimo mezzo secolo, avrebbero voluto assassinare e frettolosamente seppellire per meglio OMOLOGARSI ai modelli ed alle direttive industriali e commerciali continentali, estranei alla Sicilia. Ed ai suoi interessi.»

Ha puntualizzato `u Sikritariu FNS che ha così proseguito:
«Per quanto riguarda l’impegno specifico della Città di BRONTE, siamo certi che il “riconoscimento” da parte dell’UNIONE EUROPEA della Denominazione di Origine Protetta (DOP) darà a questo prodotto, che è un vero e proprio “tesoro” naturale, ulteriori, qualificate credenziali ed una maggiore visibilità.
Ciò detto, auspichiamo l’adozione di analoghe iniziative da parte degli Agricoltori delle altre Province siciliane, dove le antiche, tradizionali, colture del pistacchio sono state, se non abbandonate,certamente trascurate. E dove tuttavia si sono realizzate spontaneamente alcune varianti altrettanto apprezzabili. Le quali, ovviamente, nulla possono togliere alla “identità” e al primato del prodotto di Bronte che cresce su fondi ricavati talvolta sulle SCIARE della lava dell’ETNA».
Vorremmo infatti ricordare a noi stessi, innanzi tutto, ed alle Istituzioni, agli Operatori Agricoli e Commerciali e a tutti coloro che svolgono ruoli istituzionali che la riaffermazione della “tipicità” del prodotto SICILIANO in quanto tale, potrà – fra l’altro – essere l’unica arma vincente nei confronti della INVASIONE di pistacchi provenienti dai Paesi Asiatici (dall’IRAN e dalla TURCHIA, soprattutto ), a prezzi inferiori e senza troppe pretese di qualità …
L’accentuazione della Sicilianità dei nostri prodotti diventa pertanto, uno strumento di commercializzazione, oltre che opportuno, necessario. Ed i nostri molteplici prodotti sul mercato internazionale si aiuteranno a vicenda e sfonderanno tutti assieme se i loro promotori avranno l’accortezza e la capacità di valorizzare -essi stessi per primi, – la identica “matrice” siciliana».

«In questo contesto ci permettiamo di suggerire che il pistacchio siciliano, nelle iniziative pubblicitarie e nella commercializzazione, venga indicato ANCHE con l’antico termine, ancora molto in voga fra i nostri Contadini, di “FASTUCA”. Che, com’è noto, proviene dall’arabo FUSTUQ e che letteralmente significa “PIANTA” per antonomasia».

Ha ancora detto SCIANÒ, che ha concluso il proprio intervento affermando:
«Una parola in Lingua Siciliana … non guasta mai. Anzi spiegherebbe meglio i contenuti ed il valore della offerta pubblicitaria. E alzerebbe il tono della comunicazione commerciale».

Palermu, 14 marzo 2006

L’Addetto Stampa (Giovanni Basile)

FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU “Sicilia Indipinnenti”
FRONTE NAZIONALE SICILIANO “Sicilia Indipendente”
Via Brunetto Latini, 26 – 90141 Palermo
tel&fax (+39) 091329456

Internet: http://www.fns.it / e-mail: fns@fns.it
Ufficio Stampa: http://www.siciliaindipendente.org / e-mail: siciliaindipinnenti@gmail.com

“CUMITATU CITATI ‘I CATANIA”
“Comitato Città di Catania”
http://www.fnscatania.tk
(with english introduction and multilanguage translator)
http://www.nonfartifregare.tk
fnscatania@gmail.com
tel (+39) 1786012222 fax (+39) 1782211303
Skype id: nicheja

“CUMITATU CITATI ‘I GIRGENTI”
fnsgirgenti@gmail.com

“CUMITATU MISSINISI”
fnsmissinisi@gmail.com

“CUMITATU NISSENU”
fnsnissenu@gmail.com


«Noi vogliamo difendere e diffondere un’idea della cui santità e giustizia siamo profondamente convinti e che fatalmente ed ineluttabilmente trionferà».

Andrea Finocchiaro Aprile, 1944