UE E USA: concluso l’accordo sul vino

www.alimentapress.it – L’Unione europea e gli Stati Uniti hanno firmato a Londra un accordo bilaterale sul vino. L’accordo, approvato dai Ministri europei dell’Agricoltura nel dicembre 2005, è il coronamento di vent’anni di negoziati e permetterà ai produttori comunitari di vino di consolidare ulteriormente la loro già forte posizione sul mercato statunitense, che costituisce di gran lunga il più importante mercato di esportazione dell’Ue. Le esportazioni annue di vino comunitario negli Stati Uniti rappresentano una cifra di oltre due miliardi di euro, ossia il 40% del valore delle esportazioni complessive dell’Unione. Gli elementi principali dell’accordo sono i seguenti:

  • attualmente, negli Stati Uniti alcune denominazioni di vini europei, come ad esempio Porto, Sherry e Champagne, sono considerate semigeneriche. In virtù dell’accordo, il loro uso sarà limitato negli Stati Uniti, i quali si adopereranno per modificare lo status giuridico di tali denominazioni e riservarne l’uso sul mercato statunitense ai soli vini originari della Comunità;
  • sono accettate le pratiche enologiche esistenti negli Stati Uniti e non coperte da deroghe comunitarie, ma gli Usa potranno esportare i vini ottenuti in base a tali pratiche solo dopo aver modificato lo status giuridico dei nomi semigenerici. Le nuove pratiche enologiche degli Stati Uniti saranno valutate e accettate nell’Unione europea soltanto se non saranno sollevate obiezioni. Non si tratta di un riconoscimento reciproco;
  • i vini comunitari saranno esentati anche dalle prescrizioni statunitensi in materia di certificazione del 2004;
  • gli Stati Uniti e l’Ue hanno convenuto di adoperarsi per risolvere eventuali contenziosi bilaterali attraverso consultazioni bilaterali informali anziché facendo ricorso a meccanismi formali di composizione delle controversie;
  • trattandosi di un accordo di prima fase, sono state già delineate alcune prospettive precise per un accordo di seconda fase ancora più ambizioso. Le parti si sono infatti impegnate a dare inizio ai negoziati per l’accordo di seconda fase entro 90 giorni dall’entrata in vigore dell’accordo.

Carla Cavallini
carrefour@crpa.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...