3° sagra della canzonaccia

III SAGRA DELLA CANZONACCIA

A Firenze,il 7 FEBBRAIO ore 16 nei locali del centro sociale anziani “ETA’LIBERA” in via del Leone 35 ,( punto di aggregazione in un quartiere con una forte presenza di popolazione anziana che offre opportunità e servizi, non solo sanitari e sociali, ma anche culturali, sportivi e di svago ), per salutare al meglio il carnevale , L’ACCADEMIA ALFIERI e il centro socioculturale del FULIGNO hanno organizzato anche quest’anno un’ iniziativa piccantina al punto giusto.

Una serata all’insegna del divertimento e della rievocazione dell’antica usanza di cantar Carnevale. promossa dai poeti dell’Accademia Vittorio Alfieri di Firenze,la 3° sagra della Canzonaccia, recital di poesie maliziose della tradizione letteraria italiana dal XIV secolo ai giorni nostri, accompagnato da musica e canzoni popolari, o per meglio dire “Canzonacce” (quali ad esempio La Rosina, Lo spazzacamino, Fanfulla da Lodi, Le osterie, La strapazzata). Questa manifestazione, nata tre anni fa dal desiderio di passare insieme una serata di Carnevale, con i vecchi canti d’osteria, farciti di doppi sensi più o meno espliciti e con l’allegria delle canzoni popolari, licenziose e provocatorie, ma autentiche e genuine (selezionate sempre con un pizzico di misura e di buongusto), continua quest’anno richiesta, per così dire,“a furor di popolo” dagli spettatori della passata edizione. Forse oggi, in una società così spaesata, c’è in tutti un po’ di “nostalgia d’osteria”, osteria non più intesa come luogo reale, bensì come modo d’essere e di stare in compagnia.

Le poesie scelte, in vero un po’ audaci e certamente adatte ad un pubblico di soli adulti, si rivelano assolutamente inoffensive, non recano infatti ingiuria a nessuno, né si occupano di religione o di politica, ma, come diceva Giorgio Baffo, il poeta che fu alto magistrato della Serenissima Repubblica Veneta nella seconda metà del Settecento, i versi scelti trattano solo:

… de cosse allegre, belle e bone,
cosse deliciosissime, cioè
de bocche, tette, culi, cazzi, e mone.

Condurrà Mario Macioce, direttore del Laboratorio di Poesia dell’Alfieri, che riunisce i poeti dell’associazione ogni giovedì pomeriggio dalle 16,30 alle 19, nei locali del centro socio culturale anziani “Il Fuligno”, via Faenza 52.

La serata sarà allietata dalla musica e dalla voce del poeta-cantautore Massimo Pinzuti, socio dell’Accademia Vittorio Alfieri.

Annunci

spettacolo poetico -musicale

LA COLLINA
Presso il locale Unplugged Music Club, situato nel pieno cuore della città in un
vecchio laboratorio di artigiani del 1400, via De’ Saponai 14/r ,il giorno 22 gennaio ore 22,30

I QUATTRO ELEMENTI presentano LA COLLINA

libera interpretazione Dell’Antologia di Spoon River, il geniale lavoro scritto da Lee Masters. appassionante galleria di vizi,virtù,peccati e pregiudizi di un paese tipo dell’america dei primi anni del novecento visti e rivisitati attraverso gli epitaffi posti sulle lapidi di un cimitero posto su una collina alle spalle del villaggio di Spoon River. Quest’antologia ha incuriosito e interessato più artisti nel corso del tempo, tra questi anche Fabrizio De Andrè che ne ha tratto ispirazione per un album affascinante dal titolo “Non al denaro né all’amore né al cielo”

Questo spettacolo comprenderà una selezione di letture tratte dall’antologia e di alcuni brani musicali dell’album di Fabrizio de Andrè.

Il gruppo I 4 ELEMENTI (ARIA-MASSIMO PINZUTI,ACQUA- TIZIANACURTI ,FUOCO-ANNA COTTINI,TERRA-ALESSANDRO RESTI, gli abbinamenti scelti secondo le proprie specifiche personalità) si forma agli inizi del 2008 , portando la poesia nei pub e nei circoli. Nei primi spettacoli ancora non avevano un nome come gruppo ma la solida e forte amicizia che li legava da tempo li ha portati a collaborare sempre più spesso insieme . Ricercando autori famosi per pubbliche letture ,capita a Tiziana Curti di rileggere l’Antologia di Spoon River , commentando insieme con gli altri componenti del gruppo, le figure femminili e lo splendido lavora fatto da De Andrè nasce l’idea di questo spettacolo che riunisce le figure femminili tese e drammatiche (interpretate da ANNA COTTINI e TIZIANA CURTI) con i personaggi scelti da De Andrè e altre figure maschili forti.

Tutto lo spettacolo è visto come una passeggiata di un’ ipotetico visitatore (il narratore ALESSANDRO RESTI) che entrato dentro il cimitero passa di lapide in lapide leggendo gli epitaffi ,dialogando così con le anime defunte , le poesie vengono alternate dalle canzoni tratte dall’album NON AL DENARO NE’ ALL’AMORE NE’ AL CIELO di Fabrizio De Andrè (eseguite da MASSIMO PINZUTI ) e si chiude con una canzone inedita di Massimo Pinzuti

APERTURA LOCALE ORE 22,00
Ingresso gratuito con tessera soci ACSI. Per
consultare il programma delle serate: http://www.unpluggedmusicclub.it.
Infoline al 335.7216990.

mostra pittura

l’ OSTERIA di ARZACH

– Via del Casato 18 – Sesto Fiorentino (FI) – Tel. 055.4490614

vi invita
Il 16 Gennaio 2009 alle ore 19

all’inaugurazione della mostra di pittura
luce forme e colori
di

Tiziana Curti e Gioia Guarducci

introduce Roberta Degl’Innocenti

La Mostra resterà aperta fino al 30 Gennaio 2009