Qualcosa di me

dopo moltissimo tempo mi sono decisa a lasciare qualche traccia , piccole note un giorno dopo l’altro per comporre un quadro , sapendo che chi scrive non lo fa per se ma per gli altri

61b9a9d64e_1961856_med

RICORDI

E’ questo poco sole che m’accoglie,

portandomi il sapore d’un lontano

tempo di veglia e caldo miele,foglie

ammucchiate da un freddo tramontano

che disperde nell’aria quel pulviscolo

d’antiche fole un tempo raccontate,

a dare ai sensi che rabbrividiscono,

il pensiero di favole incantate.

Il sogno si trasforma in una rosa

colta e deposta dove lui riposa.

(14 gennaio 2014)

Tiziana Curti

Fuga_a_3_voci

CONTRAPPUNTO BAROCCO

Le selvatiche rose si dischiudono

appena il cielo tende all’imbrunire

e con un gioco d’ombre ci tramutano

lo spazio in un diverso divenire.

Lo so che tu ci sei sempre, al confine

di ogni mio momento dubitoso

e con te intreccio un gioco senza fine

per conquistare il regno favoloso.

Protetta dalla torre tengo il punto

delle note ribelli, un contrappunto.

Barocco movimento

d’armoniche assonanze in moto lento

nota per nota, punto contro punto

Tiziana Curti

15gennaio 2014

DSCN8574

ACCELLERAZIONE

E’ ancora il tuo sguardo nelle vene

che accende il lume fioco della sera.

Il tempo ci corrode

e forse solo tu, passerai indenne

attraverso la nebbia che ci avvolge,

dopo sarà il sorriso che contenne

il lampo dei tuoi occhi

quella spera di canto che si ode

aprendosi all’abisso, ma se vorrai

mutarti in altro stampo, ora che sorge

l’alba e un’altra stagione ci travolge,

disperdendo nel vento strane forme,

fallo  adesso,  che il gorgo d’acqua saprai

superare di slancio,mentre svolge

l’antico nastro il tempo,

e accellera i registri.

Tiziana curti 17gennaio 2014

MADRIGALI DEI RICORDI

Romantico decadente

Le ciglia ti disegnano sul viso

quasi l’idea d’un ombra, arco sottile

sopra il tuo malinconico sorriso.

L’eco lontana di un vecchio vinile …

riemerge un prato,il bordo dei citìso..

splendente oltre il loggiato del cortile,

ciò che resta negli occhi e dentro al cuore

è il profumato canto dell’amore.

Tiziana Curti

28 gennaio 2014

Dall’infanzia riaffiora

Avevi un buon profumo di lavanda,

acqua di rose e spigo nei cassetti,

e se ci penso un eco mi rimanda

alla tua crocchia e al canto dei mottetti

che al mattino riempiva la veranda

e si spandeva libero sui tetti,

fino alla strada e dentro il mio ricordo,

una lacrima scende e il labbro mordo

se penso a te, non viva e viva ancora

nella fiorita infanzia che riaffiora.

Tiziana Curti

28 gennaio 2014

Annunci

3 risposte a “Qualcosa di me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...